Le radici della civiltà europea

In questo podcast: un’app per visitare le incisioni rupestri della Valle Camonica; intervista con Luca Giarelli, della Società storica e antropologica della Valle Camonica; gli “astronauti” di Foppe di Nadro; il significato della parola “totem”.


Decine di migliaia di segni impressi da secoli sulla roccia: il primo sito Unesco d’Italia è quello dell’arte rupestre della Valle Camonica, in provincia di Brescia, scelto da una commissione internazionale che ha colto l’importanza di questo patrimonio e ha considerato la cultura dei Camuni alle radici della civiltà europea.


LA VALLE DEI SEGNI


Guerrieri, scudi, alabarde, simboli che sembrano quadrifogli, come la rosa camuna; e poi svastiche, comete, uccelli dal collo lungo, divinità con corna di cervo, labirinti, scene di accoppiamento e villaggi di capanne. Che cosa significano? Non lo sappiamo: è impossibile entrare nella forma mentale di una cultura preistorica e capirne davvero la complessità.


Il cervo, per esempio, è l’animale più rappresentato sulla grande roccia del parco archeologico di Naquane, a Capo di Ponte ed è uno dei simboli più diffusi. È possibile che le scene di caccia fossero eseguite con l’intento di favorire la cattura della preda ma non siamo affatto certi che i Camuni si cibassero delle sue carni o che lo facessero per uno scopo solo alimentare.


Il cervo in Valle Camonica sembra essere l’animale totem, una parola molto bella, di origine algonchina, che significa parentela, anzi, di più: parentela tra fratello e sorella. L’animale totem protegge, identifica, è il capostipite della tribù e in alcuni casi è considerato una divinità. La teofagia, il mangiare il corpo del proprio dio, è quindi una pratica ricca di significati complessi, presente in tantissime culture. Nel saggio “Il ramo d’oro. Studio sulla magia e la religione”, l’antropologo James Frazer dedica un intero capitolo al dio come alimento: cita popolazioni di tutti i continenti, dagli Aztechi al Giappone, dal Brasile alla Svezia, in cui lo spirito del grano viene incorporato al pane e mangiato a scopo rituale. In Europa, il cervo è spesso considerato proprio l’incarnazione di questo spirito agreste.

Gli archeologi rilevano, comparano, cercano evidenze materiali e molti di loro dedicano la vita a cercare di capire il senso di queste immagini. Si possono formulare ipotesi e congetture ma la concezione del mondo di un popolo preistorico resta un grande mistero.




UN’APP PER LA VISITA ALLE INCISIONI DEI CAMUNI


Per aiutarci a scoprire le incisioni rupestri c’è la Valle Camonica Rock app, uno strumento gratuito molto utile per una visita ai graffiti della Valle Camonica, nei parchi archeologici. Ce ne parla Luca Giarelli, già presidente della Riserva archeologica di Ceto, Cimbergo Paspardo e studioso della Società storica e antropologica di Valle Camonica.


🎙 ASCOLTA L’INTERVISTA


Chi erano gli antichi Camuni? Il termine indica le popolazioni che hanno vissuto nella Valle del fiume Oglio dalla fine dell’ultima glaciazione fino alla conquista romana delle Alpi. In una iscrizione sul Trofeo di La Turbie, in Francia, i Camuni sono citati tra le tribù celtiche assoggettate da Augusto. Ma la cultura camuna esisteva già da millenni, sintesi di elementi retici e liguri: lo dimostrano le composizioni armoniose di cervi, cinghiali, pugnali, simboli solari ed esseri umani scolpite sui Massi di Cemmo a Capo di Ponte, un santuario megalitico dell’età del Rame, circa cinquemila anni fa.


A volte si tende a pensare che un segno semplice, stilizzato, sia il corrispondente di un pensiero primitivo e poco evoluto. Non è affatto così, basti pensare alle lettere dell’alfabeto. I segni della Valle Camonica sono una scrittura prima della scrittura. Gli antichi Camuni, come tutti i popoli della Preistoria, erano molto simili a noi, perché anche dopo millenni, la natura umana, con le sue contraddizioni, resta sempre la stessa.


BIBLIOGRAFIA


📚 James G. Frazer

Il ramo d’oro. Studio sulla magia e la religione

Bollati Boringhieri


📚 Emmanuel Anati

I Camuni. Alle radici della civiltà europea

Jaca Book


📚 Émile Durkheim

Le forme elementari della vita religiosa. Il sistema totemico in Australia

Mimesis

© 2015 - 2021

Daniela Rossi Saviore

P.IVA 03 209 170 988

 

Tel. +39 339 667 2031

 

GUIDA TURISTICA AUTORIZZATA

GIORNALISTA PROFESSIONISTA

 

Visite guidate - Guided tours

Valcamonica | Lago d'Iseo

Franciacorta | Lago di Garda

Brescia e provincia