< Back

Beniamino Simoni e Andrea Fantoni

Categoria

ARTE

Area

Valcamonica

Durata

Livello

facile

Uno dei tratti tipici della Valle Camonica è l’arte di scolpire il legno, materiale abbondante ma modesto, che prende forma e valore quando viene impreziosito dall’abilità degli autori, nel passaggio tra il gusto barocco e le nuove forme di rappresentazione che denotano l’arte lombarda.


Beniamino Simoni (Valsaviore? 1712 - Brescia 1787) si distingue per stile e formazione dalle botteghe tradizionali della scultura locale e traduce la propria arte in un linguaggio nuovo. I suoi modelli, profondamente realistici, si contrappongono alla retorica del Barocco. 


Andrea Fantoni (1659 - 1734) è il più prestigioso artista di una nota famiglia di intagliatori bergamaschi, i Fantoni di Rovetta, in Val Seriana, attivi già nel Cinquecento. Andrea si forma in Valle Camonica, nella bottega dei Ramus, poi si sposta a Parma, dove affina la propria tecnica e trova nuove ispirazioni.

📌 Ogni visita guidata è un’esperienza unica: costruiamola insieme su misura per le vostre esigenze e i vostri interessi, in base al tempo a disposizione, al numero di partecipanti, alla stagione e all’ispirazione!

Da vedere

  • le 198 statue della Via Crucis di Cerveno

  • il gruppo del Compianto di Breno

  • il Cristo deposto di Andrea Fantoni

  • i bambini delle Capèle

  • il dipinto con il Sacro Graal

  • un elefante in purgatorio ma forse no…

Itinerari e attività

CERVENO, SANTUARIO DELLA VIA CRUCIS

Un sacro monte in Valle Camonica con 198 statue, di Simoni e di Donato e Grazioso Fantoni, in quattordici cappelle. Sono molte le vicende storiche e politiche che hanno portato alla realizzazione di questo monumento, ancora oggi uno dei principali riferimenti della devozione locale. I recenti lavori di restauro di alcune cappelle hanno portato alla luce la complessità tecnica e iconografica delle sculture.


BRENO, COMPIANTO IN SAN MAURIZIO

Il gruppo del Compianto ha infervorato discussioni sulla sua origine e destinazione: Simoni lo aveva scolpito per l’antica parrocchiale di Breno o per Cerveno? È solo uno dei misteri che circondano gli undici personaggi a grandezza naturale, tornati da pochi anni nella loro collocazione originaria. Simoni nei loro volti ha espresso ai massimi livelli l’esplorazione dell’animo umano.


CERVENO, CHIESA DI SAN MARTINO

Il santuario della Via Crucis è affiancato alla parrocchiale di San Martino di Tours, con numerose opere scolpite da Andrea Fantoni, tra cui l’ancona dell’altare maggiore, statue, altari, pulpiti e paliotti, oltre alla commovente statua del Cristo deposto. Dalla chiesa si accede all’Oratorio della Madonna del Carmine, con gli affreschi che raffigurano Simonino da Trento, le Sibille, un santo crociato e persino un riferimento al Sacro Graal.


CERVENO, CASA MUSEO

In una casa rurale della fine del XVI secolo è possibile visitare una sezione riservata alla storia della “Santa Crus”, una rappresentazione vivente della Passione di Cristo allestita ogni dieci anni dai cervenesi, durante la quale i personaggi indossano abiti e oggetti ispirati a quelli delle statue del santuario. Nelle altre sezioni, una collezione di strumenti della civiltà contadina, dalla produzione del vino alla lavorazione del formaggio, come si faceva una volta in Valle Camonica.



ℹ️ INFORMAZIONI UTILI


A Cerveno sono in corso i restauri del santuario, per una eventuale visita è necessario verificare. Biglietto d’ingresso per la Casa museo.

Itinerari nei dintorni

Altari e sculture del Barocco in Valle Camonica

Simonino da Trento

Cerveno

Breno


VEDI ANCHE


L'opera incompiuta di Beniamino Simoni a Cerveno