ISTA 2020, arte medievale nelle Alpi

Tra gli eventi culturali che si svolgono in Valle Camonica, spiccano quelli organizzati dalla Società Storica e Antropologica (SSAValCam): per il 2020, è in programma il convegno “Arte medievale nelle Alpi. Pittura, scultura e architettura tra Tre e Quattrocento”.


Da dieci anni, la Società Storica e Antropologica di Valle Camonica (SSAValCam) convoca studiosi ed esperti per dare vita a una giornata in cui si approfondiscono gli aspetti più rilevanti di un tema e ci si confronta sullo stato delle ricerche. L’argomento del 2020 è l’arte medievale nella cultura dell’arco alpino, una scelta che dona alla Valle Camonica l’opportunità di farsi conoscere anche come un luogo d’arte.


LA VALLE CAMONICA TRA MEDIOEVO E RINASCIMENTO


Il termine “Medioevo” semplifica un arco di tempo di mille anni, durante i quali si è formata la base della cultura contemporanea occidentale. In Valle Camonica l’inizio del Medioevo coincide con la cristianizzazione e una transizione graduale verso un sistema simbolico e religioso assai diverso da quello che aveva caratterizzato la preistoria e la romanizzazione. Prima con i Longobardi e poi con i Franchi, la Valle diventa un luogo d’importanza strategica per la sua posizione tra il Mediterraneo e il Nord Europa.


Il Trecento, secolo di grandi cambiamenti e ricchezza culturale, subisce il trauma e le interruzioni dovute alle pestilenze. La dominazione viscontea, dal 1337 al 1428, è un periodo tumultuoso e contrastato. Le testimonianze più significative in Valle si trovano nella conformazione dei centri storici, nelle architetture, in rocche, fortezze e torri, attraverso cui le famiglie locali cercavano di affermare il proprio potere. Pochissimi i dipinti, con tracce alterate o poco leggibili, non riconducibili a un linguaggio autonomo.


Il Medioevo è il periodo che, iniziando mentre l’Impero romano si dissolve, fondendo la cultura latina con quella dei popoli che hanno gradatamente invaso l’impero, con il cristianesimo come collante, dà vita a quella che chiamiamo oggi Europa, con le sue nazioni, le lingue che ancora parliamo e le istituzioni che, sia pure attraverso cambiamenti e rivoluzioni, sono ancora le nostre. (Umberto Eco)

Il Quattrocento coincide con l’affermazione di un equilibrio nuovo. La Serenissima Repubblica di Venezia, dopo i primi decenni di assestamento e di definizione dei rapporti con le potenze confinanti, in particolare con il Ducato di Milano, annette la Valle nel 1428. Solo dopo il 1454, con la Pace di Lodi, che segna la fine delle guerre di Lombardia, sarà possibile ritrovare le condizioni per la rinascita delle attività economiche e, di conseguenza, per un moderno impulso alle arti. I signori sfoggiano acconciature elaborate e indossano abiti pregiati e coloratissimi, le fucine battono incessanti armi e strumenti, la Valle rinasce e le chiese si arricchiscono di affreschi, documenti fondamentali per ricostruire l’essenza del tempo.


IL CONVEGNO


Il convegno internazionale I.S.T.A. (Incontri per lo Studio dei Territori Alpini) si terrà a Breno (BS) nel mese di ottobre 2020, in conformità con le disposizioni sanitarie in vigore durante il periodo interessato. Gli studiosi interessati possono inviare le loro proposte all’Associazione.




ATTIVITÀ


La Società Storica e Antropologica di Valle Camonica (SSAValCam) organizza il progetto I.S.T.A. (Incontri per lo Studio dei Territori Alpini) con cadenza annuale; propone incontri dedicati al territorio camuno, i “Curiosi intrattenimenti”; promuove e supporta attività di ricerca tra i propri associati, anche in collaborazioni con enti pubblici e associazioni; svolge attività didattica e formativa, in collaborazione con enti scolastici e università; sostiene la promozione della Valle Camonica attraverso visite guidate con guide autorizzate ai siti storici, artistici e archeologici e con incontri aperti al pubblico.


PUBBLICAZIONI SSAV


Collana I.S.T.A

Carnevali e folclore delle Alpi. Riti, suoni e tradizioni popolari delle vallate europee

Naturalmente divisi. Storia e autonomia delle antiche comunità alpine

I Signori delle Alpi. Famiglie e poteri tra le montagne d’Europa

Napoleone nelle Alpi. Le montagne d’Europa tra Rivoluzione e Restaurazione

Banditi e fuorilegge nelle Alpi. Tra Medioevo ed età Moderna

Memento mori. Ritualità, immagine e immaginario della morte nelle Alpi

Disastri e comunità alpine. Storia e antropologia della catastrofe


Cataloghi dei convegni I.S.T.A.

Antiche mappe e statuti delle Alpi

Nobiltà svelata. I volti dell’aristocrazia di Valle Camonica

Cuore di tenebra. Stampe e documenti sulla stregoneria in Europa


Collana: Fonti per la storia della Valle Camonica

Provveditore in Valcamonica. Dispacci al senato di Venezia (1620-1635)

Codice federiciano. Memorie antiche e moderne della famiglia Federici


(vedi elenco dettagliato)


© 2015 - 2020

Daniela Rossi Saviore

P.IVA 03 209 170 988

 

Tel. +39 339 667 2031

 

GUIDA TURISTICA AUTORIZZATA

GIORNALISTA PROFESSIONISTA

 

Visite guidate - Guided tours

Valcamonica | Lago d'Iseo

Franciacorta | Lago di Garda

Brescia e provincia

Leggo, scrivo, racconto storie: guida turistica autorizzata e giornalista professionista freelance - vivo in Valcamonica, la Valle dei Segni, primo sito UNESCO d'Italia - lavoro un po' ovunque in Lombardia, tra montagne, laghi, borghi, città e in tutto ciò che per me ha un senso

Qualified tour guide, freelance journalist, I live in Valcamonica, first UNESCO site of Italy (prehistoric rock art). I mostly work in Lombardy, land of mountains, lakes, astonishing hamlets and cities and wherever it makes sense to me.