Lo stendardo di San Giorgio



Girolamo Romanino, Resurrezione - Pisogne

La bandiera di San Giorgio, croce rossa in campo bianco, è spesso raffigurata in mano a Cristo nelle rappresentazioni della Resurrezione a partire dal XII secolo. Jacopo da Varagine la definiva "il salvifico vessillo della Vera Croce". In origine era la bandiera della Repubblica marinara di Genova, di derivazione bizantina ma attestata dal 1096, che ne concesse l'uso all'Inghilterra e alla Lombardia. Brandita dai pellegrini armati durante le Crociate in Terra Santa, divenne il simbolo dei Templari e dei Lombardi. La Lega Lombarda infatti la riprese come stendardo nelle lotte dei comuni contro il Barbarossa. Era anche la bandiera dei Guelfi. Simbolo di unione contro le avversità, rappresenta la vittoria della vita sulla morte.

Foto: Girolamo Romanino, Resurrezione di Cristo, Pisogne, Santa Maria della Neve, 1534

ITINERARI COLLEGATI

Pisogne centro storico

Bienno, il borgo degli artisti

#curiosità #lagodiseo