© 2015 - 2020

Daniela Rossi Saviore

P.IVA 03 209 170 988

 

Tel. +39 339 667 2031

 

GUIDA TURISTICA AUTORIZZATA

GIORNALISTA PROFESSIONISTA

 

Visite guidate - Guided tours

Valcamonica | Lago d'Iseo

Franciacorta | Lago di Garda

Brescia e provincia

Leggo, scrivo, racconto storie: guida turistica autorizzata e giornalista professionista freelance - vivo in Valcamonica, la Valle dei Segni, primo sito UNESCO d'Italia - lavoro un po' ovunque in Lombardia, tra montagne, laghi, borghi, città e in tutto ciò che per me ha un senso

Qualified tour guide, freelance journalist, I live in Valcamonica, first UNESCO site of Italy (prehistoric rock art). I mostly work in Lombardy, land of mountains, lakes, astonishing hamlets and cities and wherever it makes sense to me.

Santa Maria degli Orti a Bienno


La chiesa è dedicata a Maria Annunciata ma è conosciuta anche come Santa Maria degli Orti, perché in origine si trovava in una zona esterna all’abitato. In epoca romana c’era un luogo di culto dedicato a Minerva. La costruzione cominciò nel 1484. Nel 1490 era già terminata, perché doveva rappresentare la recente concessione alla comunità di Bienno del diritto di far celebrare la messa, come segno di indipendenza dal vescovo di Brescia. I Camuni si sono sempre considerati come qualcosa di staccato dal resto del mondo.

Santa Maria Annunciata è la chiesa che meglio descrive la complessa presenza francescana in Valle: da una parte i Minori, dall’altra gli Amadeiti: i primi, promotori di una religiosità più popolare, i secondi raffinati intellettuali con un ruolo chiave negli equilibri politici dell’epoca.

L’esterno mostra il passaggio dal Gotico allo stile rinascimentale, mentre l’interno è caratterizzato dalla presenza di cicli di affreschi di periodi e autori differenti: Giovan Pietro da Cemmo e la sua scuola, con le storie della vita di San Francesco e i tradizionali riquadri con Madonne e Santi; quelli di Francesco Prata da Caravaggio, collocati nell’arco santo; infine Girolamo Romanino, con le Storie di Maria, che mostrano un ritratto eccezionale della società biennese del tempo.

Spiccano la presenza di un Trionfo della Morte monocromo, numerose rappresentazioni di Simonino da Trento e una serie di Sibille che, con grande eleganza, mostrano acconciature, cappelli, decorazioni e abiti degni di una sfilata di moda. La pala dell’altare maggiore, opera di Giovan Mauro Della Rovere, abile divulgatore delle immagini della Controriforma, conclude il percorso storico delle innumerevoli opere custodite in questa piccola chiesa di provincia.

ITINERARI E VISITE GUIDATE

Bienno, il borgo degli artisti

Bienno e la Valle dei Magli

Itinerario del Romanino in Valle Camonica


#Bienno #GiovanPietroDaCemmo #GirolamoRomanino #FrancescoPratadaCaravaggio #GiovanMauroDellaRovere #Fiammenghino #SimoninodaTrento #TrionfodellaMorte #valcamonica #visiteguidatevalcamonica

28 visualizzazioni